Bust Size – Recensioni Vere 2020, Farmacia, Prezzo e Funziona?

Bust Size - Recensioni Vere 2020, Farmacia, Prezzo e Funziona?

Ogni donna sogna un busto bello, sodo e grande. Non c’è da meravigliarsi. I seni grandi e sexy non sono più associati al sex appeal, alla salute, alla bellezza, ma anche al desiderio. Uno dei metodi di ingrandimento del seno e rassodamento è un’integrazione adeguata. Bust Size è un integratore che contiene una serie di sostanze essenziali per la corretta crescita dei tessuti del seno. Nel seguente articolo ci concentreremo sull’analisi di questo integratore, e verificheremo come funziona e in quali principi attivi è composto. Vi invitiamo a leggerlo!

Bust Size è un integratore alimentare, la cui azione è responsabile della crema, che contiene una serie di sostanze che nutrono, rigenerano e idratano la pelle. Riassumendo, è importante ricordare che abbiamo a che fare con un integratore alimentare. In nessun caso può essere trattato come un sostituto di una dieta equilibrata, ma piuttosto come un integratore. Va inoltre ricordato che l’interruzione dell’uso del prodotto può portare ad una nuova riduzione delle dimensioni del busto.

Cos’è Bust Size?

Per analizzare la composizione, l’azione e le specifiche del prodotto Bust Size, è necessario definire esattamente ciò che è realmente. Si tratta infatti di un complesso di soluzioni volte ad ampliare e rassodare il busto.

Bust Size – è un complesso insieme di vitamine e sostanze nutrienti, il cui scopo è quello di rafforzare la pelle in generale, nutrirla e idratarla a fondo con la produzione di elastina e collagene. Il compito della crema è anche quello di fornire fitoestrogeni, grazie ai quali i seni aumentano la loro dimensione.

Come funziona il Bust Size?

In generale, il ruolo di un integratore alimentare è limitato a:

  • Miglioramento della circolazione sanguigna all’interno del seno, che è importante in termini di rafforzamento della loro struttura, migliore nutrizione e un significativo miglioramento dell’aspetto.
  • Idratante e nutriente intensivo della pelle, grazie al quale nel tempo diventerà non solo più grande, ma soprattutto più sana e soda.
  • Rallentare i processi responsabili dell’invecchiamento della pelle, così come i tessuti e le ghiandole all’interno del seno. Grazie a questo, il busto appare molto più bello e – cosa altrettanto importante – si riduce il rischio di gravi malattie al suo interno.
  • L’aumento della quantità di estrogeni – i principi attivi contenuti nel supplemento fanno sì che il corpo della donna inizi ad aumentare la produzione di estrogeni – l’ormone responsabile dell’aumento del loro volume. Si tratta di un processo completamente naturale, che è identico, ad esempio, all’eccitazione sessuale, all’inizio dell’allattamento, ecc.

Controindicazioni per l’utilizzo del preparato

Anche se la crema per l'aumento del seno Bust Size è composta da ingredienti naturali, ci sono alcune controindicazioni al loro uso.

Anche se la crema per l’aumento del seno Bust Size è composta da ingredienti naturali, ci sono alcune controindicazioni al loro uso. Ecco i più importanti:

  • Minorenni – un set di integratori non dovrebbe essere utilizzato da donne minorenni la cui fase della pubertà non è ancora finita. Eventuali cambiamenti nella quantità di ormoni sessuali prodotti possono portare a gravi complicazioni e, di conseguenza, all’adozione di determinate misure terapeutiche.
  • Gravidanza e periodo di allattamento – crema e compresse per l’ingrandimento del busto non deve essere utilizzato nelle donne incinte e che allattano. Ciò è dovuto alla mancanza di studi specifici sull’influenza dei principi attivi sulla vita e sulla salute del bambino nelle prime fasi dello sviluppo.
  • L’insorgenza di alcune malattie come il diabete, il cancro al seno, la troppa poca coagulazione del sangue, l’ipertensione e così via. In questi casi l’utilizzo del supplemento deve essere preceduto da una visita e da un consulto medico.

Principi attivi – cosa dovreste sapere su di loro?

Nell’analizzare la composizione del Bust Size si deve tener conto sia delle sostanze attive contenute nelle capsule che di quelle che fanno parte della suddetta crema.

I seguenti principi attivi sono inclusi principalmente nella crema:

  • olio di soia,
  • Olio di mandorle,
  • Allantoina,
  • estratto di calendula,
  • olio di semi di girasole,
  • Estratto di cono di tramoggia,
  • Vitamina E,

Grazie alle sostanze di cui sopra, la pelle del seno diventerà più liscia, più soda, più bella e più sanguinante (e quindi anche nutrita).

Utilizzo di Bust Size

Al fine di ottenere il più rapido effetto possibile, deve essere applicato rigorosamente in conformità con le raccomandazioni che si possono trovare sul foglietto illustrativo allegato alla confezione del prodotto.

La crema per l’ingrandimento del seno deve essere applicata due volte al giorno, strofinando accuratamente la sostanza nella pelle del seno. Questa attività dovrebbe coprire l’intera superficie della pelle del busto e quella delle spalle stesse. Lo sfregamento della crema deve essere effettuato con movimenti circolari, come ad esempio durante un massaggio al seno.

Per quanto tempo utilizzare il preparato?

La crema deve essere utilizzata per un massimo di 3 mesi. Dopo questo tempo, l’integrazione dovrebbe essere interrotta per almeno un mese. Secondo i dati presentati dal produttore, i primi effetti del preparato dovrebbero essere visibili dopo circa 2 settimane. Dopo questi 3 mesi di utilizzo, si registra un aumento del volume del seno di massimo 2 taglie.

L’effetto del Bust Size non dovrebbe causare effetti collaterali, tuttavia, in caso di sovradosaggio, possono verificarsi problemi digestivi. Se l’integratore alimentare ha causato effetti collaterali, il suo uso deve essere interrotto. Se questo non ha portato alla loro cessazione, si consiglia di consultare il proprio medico il più presto possibile.

Prezzo e dove acquistare?

Bust Size

Il prodotto Bust Size può essere acquistato solo sul sito ufficiale. Il produttore offre la spedizione gratuita e uno sconto del 50%.

Compra oggi!


https://pl.wikipedia.org/

Il seno è considerato uno dei simboli della femminilità. Non sorprende che quasi tutte le donne sognino un seno pieno e sodo. Sempre più spesso questi sogni vengono aiutati dalla chirurgia plastica, poiché tutti gli interventi chirurgici legati alla correzione del seno non sono più un argomento tabù e diventano sempre più popolari. Uno dei trattamenti disponibili è il lifting del seno. Di cosa si tratta esattamente?

Sollevamento chirurgico del seno – che cos’è?

Il lifting chirurgico del seno, o lifting mammario o mastopessi, è una procedura chirurgica che mira a ripristinare l’aspetto naturale del busto. La procedura consiste nel rimuovere la pelle in eccesso e modellare i tessuti della ghiandola mammaria, in modo che dopo la guarigione diventi più solida e più alta. Si ritiene che il lifting mammario sia una delle maggiori sfide per un chirurgo plastico e che richieda una straordinaria precisione, senso delle proporzioni ed esperienza. Questo perché il nuovo aspetto del seno dopo l’intervento di mastopessi è associato alla presenza di cicatrici post-operatorie – il più delle volte intorno alla papilla e sotto il seno, quindi la precisione del chirurgo è estremamente preziosa.

Il lifting mammario viene eseguito in pazienti che hanno subito un eccessivo abbassamento del seno dovuto a vari fattori. Le cause più comuni sono i cambiamenti nella struttura della ghiandola mammaria dovuti al passare del tempo (cambiamento nella proporzione della ghiandola e del tessuto adiposo con l’età), la gravidanza e l’allattamento, così come l’eccessiva flaccidità della pelle, che è il risultato, per esempio, di una perdita di peso troppo rapida e rapida. A questo punto vale la pena ricordare che le donne che si sottopongono al lifting mammario dopo la gravidanza e l’allattamento, e che hanno in programma di avere un altro bambino in futuro, dovrebbero rimandare la decisione sulla procedura, perché la prossima gravidanza potrebbe far ricrescere la ghiandola mammaria e far cadere di nuovo il busto.

Vantaggi del lifting mammario

Uno dei maggiori vantaggi del sollevamento del seno è la possibilità di combinare la procedura con altre procedure di correzione del seno, come l’ingrandimento o la riduzione del seno. Nel caso di una paziente con un seno grande e cadente, il sollevamento del seno porterà i migliori risultati se combinato con la riduzione della ghiandola mammaria in eccesso e la sua plasticità. Il solo sollevamento di seni grandi, senza riduzione simultanea, potrebbe in futuro comportare un ulteriore abbassamento del seno e la necessità di ripetere l’intervento. Le pazienti con seni piccoli e cadenti possono combinare contemporaneamente il sollevamento del seno con l’impianto di protesi mammarie. In questo caso, una tale combinazione si tradurrà anche in un migliore effetto della procedura.

Preparazione per la procedura di sollevamento del seno

Dopo essersi qualificato per l’intervento e aver consultato il chirurgo, il paziente deve eseguire i test preoperatori standard, come ad esempio:

  • morfologia
  • OB
  • gruppo sanguigno
  • tassi di solidificazione
  • esame generale delle urine
  • ECE

Come prima di qualsiasi procedura di questo tipo, dovrebbe anche essere vaccinata contro l’epatite B. Il seno deve essere esaminato accuratamente prima dell’intervento e, a seconda dell’età della paziente, si procederà anche all’ecografia e/o alla mammografia del seno. Il lifting del seno viene eseguito in anestesia generale, quindi è necessario un giorno di permanenza in clinica. La chirurgia mastopepica richiede solitamente dalle 2 alle 3 ore, a seconda dell’entità dell’intervento. Se combinato con un ingrandimento o una riduzione del seno, questo tempo può essere esteso a circa 4 ore.

Il corso del lifting del seno

Lo scopo del trattamento di mastopessi è quello di sollevare il seno, che in pratica consiste nel sollevare l’intero capezzolo con l’areola, rimuovere la pelle in eccesso e modellare correttamente la ghiandola mammaria. Nel caso del sollevamento del seno, vengono utilizzate diverse tecniche chirurgiche – ad esempio il metodo B, il metodo intorno all’areola, il metodo di taglio verticale o il metodo T (ancoraggio), a seconda delle dimensioni del busto della paziente, nonché di quanto si vuole ottenere il sollevamento del seno. Il paziente viene informato sul tipo di taglio utilizzato dal chirurgo durante il consulto. Una delle tecniche più utilizzate è la cosiddetta tecnica verticale, che permette di ottenere una forma del seno molto naturale.

In questa tecnica, si pratica un taglio intorno al capezzolo fino alla fine del cerchio, e poi una linea verticale lungo il seno (il taglio assomiglia infine a un lecca-lecca). La pelle intorno alle papille è privata dell’epidermide, che le permette di spostarsi verso l’alto. La parte inferiore della ghiandola mammaria viene poi modellata. Se la procedura di sollevamento del busto è combinata con la riduzione, parte della ghiandola viene tagliata e modellata solo per ottenere una forma naturale. Se, a parte il sollevamento, il seno viene ingrandito, dopo aver effettuato il taglio, viene inserita una protesi mammaria e solo allora viene modellata la parte inferiore della ghiandola. Dopo aver ricucito le ferite, si indossa un reggiseno speciale, il cui compito è quello di modellare finalmente il seno.

Raccomandazioni postoperatorie e convalescenza dopo un lifting chirurgico del seno

Dopo l’intervento di lifting al seno, a causa dell’uso di anestetici, la paziente rimane in clinica per un giorno. Dopo circa 7 giorni, si presenta per la rimozione di una sutura. Durante questa visita, per la prima volta, si toglie il reggiseno, che dovrebbe essere indossato 24 ore su 24 dopo l’intervento. Dal momento in cui i punti vengono tolti, il paziente deve indossare il reggiseno per il mese successivo e può toglierlo nella vasca da bagno. Il periodo di recupero dopo il lifting chirurgico del seno è di solito di circa 2 settimane. Durante questo periodo il paziente dovrebbe condurre uno stile di vita di risparmio, non fare sport, non stancarsi. All’inizio i seni sono notevolmente gonfi, duri e innaturalmente “appiccicosi”, e le cicatrici sono fortemente visibili e rosa. Nei primi giorni dopo l’intervento, nella zona chirurgica possono verificarsi lievi ecchimosi e il paziente può sentire dolore, che può essere alleviato con gli antidolorifici per via orale. Alcuni pazienti sentono una sensazione ridotta nella zona del capezzolo subito dopo l’intervento. Entro poche settimane la sensazione dovrebbe tornare alla normalità.

Lascia un commento